Mia Martini - Io sono Mia (il film)

La piccola donna che fu vittima di un grande errore...

#miamartini #piccolouomo #mimì

Questa sera sono andato a vedere il film che narra la storia di Mia Martini, è nelle sale in anteprima il 14, 15, e 16 Gennaio. Perché lo sono andato a vedere? Innanzi tutto perché ho da sempre una passione per i film biografici e poi perchè poco conoscevo di questa artista. Troppo poco sapevo, ovvio che non basta un film per capire tutto ma adesso ho le idee più chiare su molte cose. Il film è intriso di passione, ma non la passione nel senso carnale che spesso vediamo in molte pellicole, ma di passione per la musica. Lei metteva la musica e la sua esagerata voglia di cantare quasi sopra ogni cosa. Da grande interprete quale era non ho avuto sorprese su questo lato, è noto che avesse una grande voce ed un affascinante modo di cantare. La cosa dio cui ero all'oscuro era il motivo della sua decadenza artistica. Ricordavo che sparì dalle scene per qualche periodo, ma ingenuamente ho sempre pensato che fosse per scelte discografiche errate e progetti andati male, come è successo a molti artisti. Guardando il film ho capito che il motivo era un'altro, e tuttavia inconcepibile se ci si riflette su. Nell'ambiente si erano messe voci e convinzioni che "portasse jella", si avete capito bene sfortuna, scarogna, sfiga, chiamatela come volete. Il tutto dovuto ad alcuni fatti negativi accaduti durante i suoi concerti che di sicuro non erano da lei voluti , il fatto più grave fu un incidente stradale dov era coinvolta anche lei ma il suo manager perdette la vita. Questa cosa, devo ammettere che mi ha spiazzato, non credevo possibile una cosa del genere. Escludere una persona con un talento incredibile per delle misere superstizioni, sembra una trama di racconti medievali ma purtroppo non è così, è storia recente di 35 o 40 anni fa al massimo. Poi mi sono messo a riflettere e mi è tornato alla mente un'altro nome, si Marco Masini, anche lui pesantemente additato dalla massa come iettatore supremo. E allora è vero che la storia si ripete! Per quanto l'essere umano possa progredire, continua e continuerà sempre a commettere i soliti errori banali e senza senso. E ora? Chi sarà la prossima vittima di un ciclone di ignoranza collettiva?

 

0 visualizzazioni

© 2018 by D.P.Factory Music

Cittadella (PD) - Italy

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now